protezione al fuoco rei

Per ottenere una valida protezione al fuoco, è necessario operare contemporaneamente su più fronti:

Proteggere gli elementi strutturali metallici

Per la protezione di colonne e travi si utilizzano pannelli rigidi autoportanti con protezione REI da 30 minuti 3 ore. Tali pannelli, esteticamente compatibili con qualunque ambiente, sono assolutamente atossici e privi di ogni biopersistenza ambientale. Per la protezione di tiranti si ricorre ad apposite coppelle.

Proteggere le pareti in muratura leggera

Per la protezione e la riqualificazione di murature leggere si ricorre all'applicazione di pareti o tramezzature autoportanti firewall con protezione REI 180. Montate sovrapposte a ridosso della struttura preesistente, creeranno una vera e propria barriera protettiva certificata.

Bloccare le vie di propagazione del fuoco

Per bloccare le vie di fuga del fuoco, esistono vari tipi di barriere attive o passive, a seconda che l'attraversamento avvenga con elementi combustibili o incombustibili. Per i combustibili si utilizzano collari e nastri con funzione attiva. Di fatto, in caso di incendio, i cavi e le tubature combustibili bruciano rapidamente lasciando libero il varco nella muratura, ma i collari e i nastri reagiranno al calore creando una schiuma che sin dai primi istanti chiuderà il varco. Per le tubazioni incombustibili si utilizzano invece dei collari passivi con la funzione di ridurre il calore irraggiato e di contatto nella zona di attraversamento.

Bloccare le vie di propagazione del fuoco

Un'altra pericolosissima via di propagazione del fuoco è rappresentata dalle canaline. A seconda della forma si ricorre a lastre di fibra o a nastri impregnati al fine di ottenere le prescritte protezioni REI 120.